Alpe Cimbra Polisportiva Asd apri il menu
Coppa Europa

Coppa Europa: a Folgaria la prima volta dell'americano Steffey

Nella giornata di apertura dei Mondiali di Courchevel/Merbibel, con lo splendido oro della Brignone, si è alzato il sipario anche sulla due giorni di Coppa Europa di slalom gigante che per la settima volta è approdata nella skiarea Folgaria Alpe Cimbra. Al termine delle due manche sulla pista Agonistica di Fondo Grande, con 101 atleti di 21 nazioni al via, a trionfare è il stato 25enne statunitense del Wyoming George Steffey, impeccabile in entrambe le manche, visto che ha chiuso in testa la prima frazione e con il quinto parziale nella seconda run è riuscito a totalizzare il miglior tempo assoluto, che gli ha consentito di centrare la sua prima vittoria in Coppa Europa e di rosicchiare punti nella generale allo svizzero Livio Simonet, un po’ sottotono sul tracciato trentino. Ora Simonet ha 310 punti contro i 262 di George Steffey.

Il vincitore George Steffey in azione (foto Marco Gobber)
Il vincitore George Steffey in azione (foto Marco Gobber)

Grazie ad una pista preparata in maniera ottimale dagli organizzatori dello Ski Team Polisportiva Alpe Cimbra, in collaborazione con il Falconeri Ski Team, tutti i partecipanti si sono potuti esprimere al meglio. La testimonianza arriva dagli altri atleti sul podio, visto che l’australiano Harry Laidlaw con il secondo posto ha centrato la prima top 3 della carriera, con un ritardo importante dal vincitore (1 secondo e 15 centesimi), recuperando però ben 10 posizioni nella seconda manche. E il terzo gradino del podio è italiano, o meglio badiota, visto che Hannes Zingerle, dopo il positivo risultato in Coppa del Mondo a Schladming, ha confermato le ottime sensazioni anche a Folgaria, recuperando dall’ottava alla terza posizione nella seconda manche, con un po’ di rammarico visto che ha chiuso ad un solo centesimo dall’argento.

Il badiota Hannes Zingerle, terzo classificato (foto Marco Gobber)
Il badiota Hannes Zingerle, terzo classificato (foto Marco Gobber)

L’aspetto significativo di questo podio è dettato dal fatto che tutti e tre gli atleti non fanno parte ufficialmente delle rispettive squadre nazionali, ma del team Global Racing che segue alcuni fra i più forti atleti di tutto il mondo, come una sorta di squadra ciclistica.
Ha rimontato tre posizioni anche il quarto classificato, il tedesco Julian Rauchfuss, quarto al traguardo davanti al titolare del pettorale giallo Livio Simonet.
Positiva anche la prova dei due azzurri di Coppa del Mondo Alex Vinatzer e Luca De Aliprandini, che hanno scelto la due giorni di Coppa Europa di Folgaria per affinare la condizione in vista degli imminenti campionati mondiali. Il gardenese, partito col pettorale numero 4, ha concluso in ottava posizione, a 1”41 dal vincitore, scendendo nella seconda manche di quattro posizioni rispetto alla prima run, mentre il noneso Luca De Aliprandini ha centrato la top ten, dopo essere partito col pettorale numero 18 affrontando nella prima manche anche la prima nebbia che ha invaso la pista, chiudendo in nona posizione e recuperando un posto rispetto al risultato ottenuto a metà gara.

Alex Vinatzer, ottavo classificato (foto Marco Gobber)
Alex Vinatzer, ottavo classificato (foto Marco Gobber)

In chiave italiana Alex Hofer ha poi chiuso 22°, Luca Taranzano 42°, Giulio Zuccarini 44°, Simon Maurberger 47°, Tommaso Saccardi 48°, Gianlorenzo Di Paolo 53°, mentre pur essendo qualificato alla seconda manche il medagliato ai recenti mondiali junior Davide Seppi non è partito nella seconda run per un forte dolore alla schiena.
Domani si replica con il secondo slalom gigante, con gli stessi protagonisti in gara. Teatro della sfida sarà sempre la pista Agonistica con partenza prima manche alle 9,30, quindi della seconda alle 12,30. E’ previsto un live streaming di entrambe le manche sul canale sportcultura.tv, mentre lunedì 13 febbraio dalle ore 17,30 è previsto uno speciale di 60 minuti della gara su Rai Sport.
Tanti applausi da parte dei team stranieri allo staff dello Ski Team Polisportiva Alpe Cimbra per le condizioni della pista e per tutti gli aspetti organizzativi, realizzati anche grazie alla preziosa collaborazione del Falconeri Ski Team, di Folgaria Ski, Apt Alpe Cimbra, Trentino Marketing, Cassa Rurale Vallagarina, Automha magazzini automatici, Marangoni Pneumatici, Guglielmi Stagionatura nonché dai Comuni di Folgaria, Lavarone, Luserna/Lusérn e la Magnifica Comunità Degli Altipiani Cimbri.

Hanno detto

George Steffey (primo classificato): «Sono veramente soddisfatto della mia prima vittoria in Coppa Europa, giunta perché ho sciato ad alto livello, preciso e incisivo soprattutto nella seconda manche nella quale ho incrementato ulteriormente il vantaggio sui principali avversari. Vuol dire che stiamo facendo un ottimo lavoro tecnico e che siamo sulla buona strada. E merito è della pista, che ha consentito a tutti di esprimersi al meglio».

Hannes Zingerle (terzo classificato): «Sto attraversando un buon momento di forma, come si era visto in Coppa del Mondo a Schladming dove ho centrato il mio miglior risutlato in carriera. Mi soddisfa molto la mia seconda manche, che ho interpretato nel modo migliore e che mi ha consentito di salire sul podio. Peccato per quel centesimo, altrimenti sarebbe stato argento. Sono felice per me, ma pure per il team Global racing che ha piazzato tre atleti sul podio. Grande merito ai nostri tecnici».

Alex Vinatzer (ottavo classificato): «Quale modo migliore di preparare il mondiale ormai alle porte se non quello di gareggiare e confrontarsi con avversari di alto livello e trovare sicurezza. Il gigante poi concede di affinare anche la velocità e conoscendo bene questa pista di Folgaria, che è sempre preparata in maniera ottimale, ho deciso di indossare il pettorale. Della mia gara sono soddisfatto, ma si poteva fare un po’ meglio. Ci proverò sicuramente domani nella seconda gara».

Luca De Aliprandini (nono classificato): «Mi trovo ad affrontare la mia stagione più difficile, iniziata con difficoltà e proseguita con incertezze. Proprio per questo motivo ho deciso di presentarmi al via qui a Folgaria, una pista che conosco bene e sono contento perché ho avuto delle buone sensazioni, anche se il risultato poteva essere un po’ migliore. Sto ripartendo dopo la delusione di Schladming e da oggi sono più fiducioso. Ci sono tante gare, compresi i mondiali, e non getto sicuramente la spugna».

Nell'allegato a fondo pagina la classifica completa

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,953 sec.